Tributo a Giovanni Reale- Mons. Vito Angiuli incontra il Prof. Giuseppe Girgenti

“Da Platone a Wojtyla” omaggio al filosofo scomparso, Giovanni Reale, tra i massimi esperti al mondo di Platone e Aristotele,  sabato 18 aprile alle ore 19, presso il Castello Medievale di Acquarica del Capo. Per l’occasione il Vescovo di Ugento Mons. Vito Angiuli incontrerà Giuseppe Girgenti – docente della Facoltà di Filosofia dell’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano e tra i più brillanti discepoli di Giovanni Reale.  Lo spunto di riflessione prenderà le mosse dal libro “Mi sono innamorato della filosofia” edito da Bompiani e curato da Armando Torno. Il grande storico di filosofia antica, credente convinto, viene ricordato come colui che non ebbe timore di difendere con fermezza don Luigi Verzé quando i più lo abbandonarono; che scrisse un libro con Umberto Veronesi e accettò dibattiti con Peppino Englaro. Portò inoltre Eugenio Scalfari in Cattolica e firmò con il cardinale Angelo Scola – tra l’altro suo allievo – l’opera “Il valore dell’uomo”.

Città del Vaticano, gennaio 2000. Giovanni Reale e Giuseppe Girgenti con Giovanni Paolo II.

L’incontro si svolge  nell’ambito della rassegna filosofica itinerante Fides et Ratio organizzata dalla Diocesi di Ugento, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Acquarica del Capo, l’ Associazione Salentosophia e Radio Salentuosi. “La rassegna, fortemente voluta nella nostra Città rappresenta una sfida vinta, vista l’affluenza dello scorso appuntamento con il Prof. Diego Fusaro” sottolinea  l’Assessore alla Cultura Giacomo Palese, che continua“L’obiettivo è quello di sensibilizzare il grande pubblico, i giovani in particolare, a temi d’attualità e a  Valori inossidabili, nonché stimolare un approccio critico alla realtà per meglio affrontarla”. L’appuntamento di mercoledì alle 19:00, presso il Castello medievale di Acquarica del Capo,  sarà moderato dal Prof. Mario Carparelli, curatore della rassegna.

Listener

Gli altri appuntamenti con “Fides et Ratio”  nel Comune di Acquarica del Capo saranno: Mercoledì 29 Aprile, ore 19, Il ritorno a Dio nella filosofia e nella teologia del Medio Evo – Incontro con Giovanni U. Cavallera (Centro Studi Bizantini “Magnaura”) e Stefano Marra (Akádemos); Lunedì 11 Maggio, ore 19.30, Con le periferie nel cuore. Papa Francesco raccontato dai più grandi intellettuali italiani– Incontro con Raffaele Luise (Vaticanista Rai); Giovedì 21 Maggio – ore 19.30 Meister Eckhart: le 64 prediche sul tempo liturgico – Incontro con Loris Sturlese (Università del Salento).

Annunci

18 e 19 Gennaio 2015- Gli eventi del Parco Costa Otranto Santa Maria di Leuca- bosco di Tricase a TiGGIANO

In occasione della XVI Edizione della ‘Sagra della Pestanaca’, autentico inno al buon cibo a km zero, il Parco Costa Otranto Santa Maria di Leuca – bosco di Tricase, propone due incontri a tema. Organizzati assieme all’Università del Salento e patrocinati dal Comune di Tiggiano, si terranno presso il Palazzo Baronale dell’omonimo Comune, Domenica 18 gennaio e Lunedì 19 Gennaio. Il primo consiste in una conferenza, a partire dalle 17:00, durante la quale sarà approfondito il progetto BiodiverSO e verrà presentato il calendario 2015, un’interessante compilazione illustrata dei prodotti del Parco e delle tipicità che crescono sul suo territorio. Lunedì invece si inizierà la mattina alle 10:00 con la Mostra di varietà orticole e l’esposizione fotografico-documentale sui temi della biodiversità agraria del Salento. Attraverso il Calendario l’Ente Parco invita la collettività a collaborare al percorso di ricerca di antiche cultivar locali, segnalando quelle varietà che soprattutto a livello familiare vengono coltivate e, per questa via , provvidenzialmente salvate dall’estinzione. L’altro appello che si vuol lanciare attraverso il calendario è dedicato alle scuole. I proverbi riportati ogni mese sono un utile suggerimento di ricerca per gli alunni; da qui infatti si possono sviluppare tematiche diverse a partire dal significato profondo che le antiche massime dialettali vogliono lasciare. Le classi che vorranno cimentarsi in questa affascinante ricerca potranno spedire il frutto dei loro risultati a info@parcootrantoleuca.it per la pubblicazione sul nostro sito (www.parcootrantoleuca.it)

Il progetto BiodiverSo, nell’ambito del quale sono organizzati i due eventi del Parco Naturale Regionale ‘Costa Otranto Santa Maria di Leuca – bosco di Tricase’, nasce per la tutela e la conservazione delle varietà orticole coltivate e delle specie spontanee eduli. L’obiettivo è quello di promuovere attraverso una serie di strategie e attività le conoscenze sull’inestimabile patrimonio di agro biodiversità orticola della Puglia oltre a dare supporto alla ricerca di antiche specie ancora non catalogate.

Il Progetto è finanziato dal PSR-FEASR 2007-2013 – Misura 214, Azione 4.

Listener

30 anni dalla morte di Enrico Berlinguer a RomaTRE

In vista dei 30 anni dalla morte di Enrico Berlinguer si è tenuto oggi presso il dipartimento di scienze politiche dell’Università di RomaTRE, un importante incontro che ha visto protagonisti Bianca Berlinguer, figlia di Enrico, la giornalista Simonetta Fiori (La Repubblica), l’autista del politico Alberto Menichelli in compagnia della scorta dell’allora Segretario generale del PCI.

Il convegno organizzato dal Sindacato universitario si divideva in due parti: nella prima la giornalista Fiori poneva le domande alla Signora Berlinguer, direttore di TG3, e nella seconda parte si seguivano vari video inerenti la figura del politico.

L’incontro è stato introdotto dallo studente Matteo Scalabrino e subito dopo, per scaldare l’atmosfera, la giornalista Fiori legge un estratto sulla questione morale di Enrico Berlinguer e chiede: “cosa rappresentava la ‘questione morale’ per suo padre ?”

DSCN7034

(Scalabrino e Bianca Berlinguer)

<< Non avrei mai immaginato di ritrovarmi qui, dopo trent’anni a parlare di mio padre- esordisce Bianca Berlinguer- per mio padre la questione morale era diventata una questione centrale, il fulcro della sua politica, come punto cardine della sua ‘lotta’.>> [..]

DSCN7042

(Bianca Berlinguer e Simonetta Fiori)

“Quale ricordo ha di suo padre?”- chiede la giornalista Fiori e la Signora Berlinguer racconta:

<< Mi viene in mente un episodio del 1973, mio padre si trovava in Bulgaria e durante un corteo, la strada che stava percorrendo con la sua auto fu tagliata da un mezzo militare carico di pietre, lui ne uscì miracolosamente illeso ma le persone in macchina con lui rimasero ferite chi gravemente chi in modo più superficiale. Una volta arrivati in ospedale i medici invitarono mio padre a rimanere in ospedale sotto osservazione per 48 ore, lui accettò ma dichiarò che in questo modo si sentiva obbligato nel fare un comunicato stampa, in modo da spiegare come mai non tornava in Italia e dopo questa sua richiesta fu subito rilasciato e tornò in Italia la sera stessa. Al ritorno mio padre fu fortemente insospettito da quanto accaduto e non ne parlò più con nessuno>>

Fiori passa la parola all’autista di Enrico Berlinguer e chiede ad Alberto Menichelli di raccontare ciò che ricorda meglio del politico e dopo diversi attimi di commozione risponde:

<< Il mio rapporto con Berlinguer iniziò molto lentamente, sia per il mio essere timido che per il suo carattere riservato, ci limitavamo a dirci buongiorno o buonasera; in realtà col passare dei tempi ci ritrovammo più di quanto io potessi immaginare ed ancora oggi ringrazio chi mi diede la possibilità di diventare la spalla di Berlinguer, un’occasione che capita solo una volta nella vita>>.

DSCN7045

(La scorta)

Bianca Berlinguer durante l’incontro nomina l’Onorevole Aldo Moro in più occasioni, senza far trapelare il suo personale parere sull’accaduto, rimanendo però emozionata durante il racconto dell’autista Menichelli circa il racconto di suo padre.

Una splendida iniziativa quella organizzata e promossa dal sindacato universitario, con la speranza di poter assistere a numerosi di questi eventi, ci auguriamo che in questo modo la politica e la storia possano piano piano prendere consapevolezza nella mente di ogni studente, futuro della nostra società.

Il borgo in festa- 7/8 Dicembre 2014 a Muro Leccese

Il Natale si sa è uno stato mentale, le luci fanno la loro parte ma in realtà è la nostra visione delle cose che fa la differenza.

Le strade si popolano e si colorano, s’accendono di tante lucine che si rispecchiano nei nostri cuori, si acquistano doni per gli altri e ci si ritrova sotto un albero di natale, per lo scambio dei regali e per abbuffarsi durante le cene.

Questi sono gli ingredienti che caratterizzano questo periodo dell’anno.

A Muro Leccese quest’anno si festeggia coi fiocchi: 7-8 Dicembre 2014 ci sarà “Borgo in festa”, sì, perché il borgo medioevale, bellezza murese, sarà il protagonista insieme a tanti altri nel periodo Natalizio; l’iniziativa è stata organizzata e promossa dall’associazione commercianti di Muro Leccese.

L’evento si svolgerà nel borgo medievale, nel Palazzo del Protonobilissimo e coinvolgerà cortili e corti per il percorso food. Sarà inoltre presente una mostra contestualizzata nel frantoio ipogeo di Muro Leccese che comprenderà 400 personaggi di presepe in terracotta con abiti in stoffa dei primi del ‘900, provenienti da diverse collezioni private tra le quali il partenopeo Salvatore de Francesco e il toscano Elio Simonetti, con una serie di pastori napoletani risalenti ai primi del ‘900.

Il 7 Dicembre ci sarà una bellissima fiaccolata,  alle ore 09 si svolgerà l’inaugurazione del Natale, alle ore 16 accensione degli alberi curati dall’istituto privato ex Metto, dall’associaziome A.v.o e quindi dagli ospiti del reparto psichiatrico di Scorrano.

Gli espositori presenti durante le giornate del 7 e 8 Dicembre, saranno 60 tra i quali s.p.r.a.r del progetto accoglienza città Muro Leccese ,gli ospiti del reparto psichiatria di Scorrano e l’associazione internazionale di Papa Giovanni XXIII. Saranno presenti cartapestai, pittori scultori, creativi del legno, del tessuto, di bijoux, della carta, dell’argilla, del vetro, del marmo e tanto altro ancora. Inoltre è previsto un percorso” food” che coinvolgerà “pasticcioni” del salato e del dolce…oltre alla presenza di alcune signore che proporranno dei biscottini e dolci tipici il cui ricavato andrà in beneficienza….

Cos’hai da fare 7 e 8 dicembre? Hai segnato sull’agenza questo evento? Non puoi mancare!

1725006_10203264502033801_2852640398583100125_n

Roma Wine & Food Week

La Capitale Romana Ha Ospitato Dal 10 Al 15 Novembre 2014 La Quarta Edizione Di Vino Forum Class, denominato Per L’occasione “ Roma Wine & Food” : Un Evento In Cui Cucina, Locations, Arte, Passione, Buon Gusto, Chef, Vini E Tanto Altro Si Incontrano Per Realizzare La Rassegna Del Gusto Per Eccellenza.

L’evento Ha Avuto La Durata Di 6 giorni, Con 200 Eventi Legati Alla Cultura Del Vino E Dell’arte e Hanno Avuto Luogo All’interno Di Musei, Scuole, Biblioteche, Librerie, Ristoranti, Palazzi Storici E Boutique.

Il Programma Di Questo Favoloso Evento, Ospitato Nella Città Eterna È Stato Ricco Ed Interessante: Dai Corsi Per Bambini, Alle Degustazioni (anche per vegani), Ai Corsi Di Scrittura Creativa Fino Ad Arrivare Ad Incontri Culturali E Ovviamente, Tanto Altro Ancora.

Attraverso L’indirizzo Http://Www.Romawinefoodweek.It/ Era Possibile Leggere Il Programma, Decidere L’evento Più Appropriato, Prenotarsi Ed Andare; I Prezzi Di Ogni Singola Degustazione Variavano Dai 10 Euro Dell’aperitivo Svoltosi Presso Il Piccadilly Roma Appia, rispetto ai 25 euro dell’apericena presso @Red Fish con Crostacei, ostriche e tanti altri menù per ogni tipologia di tasca.

L’evento è stato possibile grazie soprattutto ai numerosi partners che hanno creduto in questa fantastica iniziativa a partire da Regione Lazio, Roma Capitale, Zetema, progetto cultura, agrodolce, romatoday, romeing, yelp, vino forum, e Gluten Free Travel&Living.

Si è concluso così questo importante evento dove vino e cultura erano le colonne portanti, salutiamo questa iniziativa con la speranza che anche il prossimo anno la città eterna potrà ospitare una manifestazione di tale portata come Roma Wine & Food Week.

Agrodolce

Santi Medici, nel Salento ed a Muro Leccese un culto che si perpetua da secoli

Cosma e Damiano, ovvero i Santi Medici, hanno un grande seguito di fedeli nei comuni del Salento. Tra i paesi che festeggiano il culto dei due santi ricordiamo Muro Leccese. A Muro Leccese il culto è molto sentito sebbene Cosma e Damiano non figurino tra i santi protettori: a loro sono state dedicate una chiesa e una piazzetta e l’associazione di volontariato della protezione civile. Ѐ da tener presente che i due Medici in questione sono i protettori della salute, ed è forse per questo aspetto che la festa è molto sentita. In merito a questo aspetto la tradizione ci fa capire l’importanza del loro culto, in particolare, tramite un detto salentino: “Santi Metici mei, datime la sanità de lu corpu e de l’anima”, che tradotto significa “Santi Medici miei, datemi la salute del corpo e dell’anima”. Da 4 anni la Domenica che precede la festa è la giornata che viene dedicata agli ammalati con la Santa Messa ed il pranzo sciale in Oratorio preparato dal comitato festa e dalle Associazioni Parrocchiali. Ogni 26 27 e 28 settembre, ritorna la tradizionale festa con luminarie curate dalla premiata ditta Antonio Bruno da Giurdignano ed i classici concerti bandistici ed i giochi pirotecnici della premiata Ditta Francesco Mega da Scorrano. Alle ore 19 di Venerdì 26 si svolge la rituale processione il Simulacro dei SS. Medici dall’antica cappella sarà trasportato processionalmente in direzione della Chiesa Madre . Una volta giunta la statua, si procede al rito della messa e al conseguente spettacolo pirotecnico, presterà servizio il Gran Concerto Bandistico Città di Racale. Sabato 27 presteranno servizio i rinomati Concerti Bandistici Città di Squinzano ed il lirico-sinfonico Città di Lizzano, nel pomeriggio dopo la Santa Messa i Santi Medici saranno trasportati nella Chiesa a loro dedicata. Il 28 Mino de Santis popolare cantautore salentino in concerto Testimone di usi e tradizioni del meridione e del Salento, di storie di vita tra il triste ed il comico, senza perdere mai l’ironia e la musicalità tipica dei cantautori italiani come De Andrè o Stefano Rosso, è questo Mino De Santis.. Tradizione vuole che la venerazione di questi santi passi per un evento miracoloso: si narra infatti che un bambino murese affetto da una gravissima malattia fu guarito per intercessione dei santi Cosma e Damiano. Ecco il motivo che contraddistingue la statua dei gloriosi Cosma e damiano con al centro proprio un fanciullo. Il comitato ringrazia le autorità civili e religiose, gli sponsor, tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione della festa dei SS.Medici.

programma santi medici

Ritorna BRAVISSIMA- le olimpiadi del talento

Ritorna il grande appuntamento “BRAVISSIMA”, il talent che vede sfidarsi ragazze con qualità di vario genere: canto, ballo, moda, cinema/tv e fitness.

Ideato e organizzato da Valerio Merola, vede la sua prima edizione nel 1991 dal Teatro Verdi di Montecatini per RAIUNO.

Il concorso fu trasmesso sul canale di ITALIAUNO, dal 1992 al 1995, rappresentando il programma giovanile più seguito nella fascia oraria antecedente il telegiornale. L’ultima edizione andata in onda da RIOLO TERME con ospiti internazionali e dalla giuria affollata di vip, fu presentata da Gigi Sabani e Valerio Merola, e questo fu il primo segnale di un profondo cambiamento, modificando poi la destinazione del concorso.

BRAVISSIMA è un concorso professionale per le ragazze che realmente aspirano a lavorare nello spettacolo quindi GRINTA,DECISIONE e CARATTERE saranno le carte vincenti; al termine di ogni spettacolo saranno assegnate delle medaglie alle prime 3 classificate (oro, argento e bronzo) di ciascuna categoria e la partecipazione diretta alla semifinale nazionale. Le concorrenti che si esibiranno nelle selezioni, nelle finali provinciali, fino alle regionale, gareggeranno nelle singole categorie. Le vincitrici delle singole categorie avranno accesso alla semifinale nazionale, le vincitrici della semifinale alla finale nazionale. Al termine della finale vi saranno le 5 TOP vincitrici nazionali delle rispettiva categorie.

Ed infine per vincere il titolo di BRAVISSIMA le 5 dovranno scontrarsi in una performance mista di tutte le categorie!

L’iscrizione è gratuita al sito: www.bravissima.us

Hai talento, grinta e decisione? Non aspettare!

Wanda Osiris

Corsi di pizzica per tutte l’età

La ludoteca “TUTTI Giù PER TERRA” con sede a Maglie organizza corsi di pizzica per tutte le fasce d’età, dai bambini agli adulti, sarà possibile seguire un corso di musicoterapia all’insegna della conoscenza del proprio corpo.

L’insegnate Ilenia Micelli accoglierà i bambini dalle 17 alle 18.30, mentre gli adulti dalle 19.30 alle 21, tuttavia le iscrizioni sono aperte dal 1 ottobre ed è possibile richiedere informazioni alla Dottoressa Gloria Nuzzo al seguente numero telefonico 3295976612.

E tu che fai? Non balli?

pizzica per tutti

Vuoi imparare il tedesco? A Muro Leccese si può (gratuitamente)

Hai sempre voluto imparare la lingua tedesca ma non hai mai avuto tempo, informazioni o stimoli per farlo?

È arrivata la svolta: impara a parlare il tedesco della quotidianità grazie al Museo a Cielo Aperto di Muro Leccese.

“Com’è nata l’idea di insegnare una lingua così difficile ma al tempo spesso utile come il tedesco?”

“L’iniziativa nasce dalla proposta del Signor Luigi Damiano che si è offerto di insegnare il tedesco di base, un tedesco prêt-à-porter da utilizzare nelle situazioni quotidiane e nella comunicazione con i turisti stranieri.

Il signor Damiano, italiano di nascita e svizzero di adozione, ha passato ben 51 anni della sua vita all’estero, come miriadi di italiani degli anni ’60, ed è ritornato nella sua amata Muro Leccese, carico di energie e di voglia di fare. Con l’entusiasmo di un ragazzo, è stato vicino al Museo Borgo Terra sin dai primi giorni del suo trasferimento. Ha collaborato con noi ragazzi in svariate occasioni e ha indirizzato vari gruppi di amici svizzeri proprio qui, al Palazzo del Principe.”

La data dell’inizio del corso sarà il 1 ottobre mentre l’orario è ancora da definire. I ragazzi del museo cercheranno di venire incontro alle esigenze di tutti coloro che intendono partecipare.

Per eventuali informazioni o prenotazioni gli orari sono i seguenti: 09-13; 17-20 (tutti i giorni), recapito telefonico è: 0836/343824

tedesca

Nasce a Maglie il #MuseumSchool: e tu lo sapevi?

Da un tweet del Museo di Maglie (@AlcaMaglie) è nato il #MuseumSchool, che ha ha da subito incontrato l’interesse di una grossa parte dei Musei italiani – grandi e piccoli – .

Cos’è #MuseumSchool?

#MuseumSchool è il primo esempio italiano di aggregazione social didattico-museale che connette le attività didattiche svolte nei Musei grazie alla comunicazione sul web, unendo cultura museale e “universo scuola”.

Potete trovare #MuseumSchool anche su Pinterest, in una mappa che indica la distribuzione geografica dei Musei aderenti, su Foursquare dove si può vedere la geolocalizzazione dei singoli musei e in un Blog in cui periodicamente ogni Museo illustra le proprie attività e iniziative didattiche. #MuseumSchool è nato proprio per questo: per raccontare a tutti, quello che i Musei pensano,progettano e realizzano per e con le giovani generazioni, per e con le scuole. Per creare uno spazio unico aperto a tutti, dove trovare tutte le possibilità che i Musei riservano al mondo della scuola. Per essere un luogo dinamico e accogliente dove tutti potranno liberamente fare incontri, scoprire novità, proporre idee e soprattutto confrontarsi con gli altri.

Per quest’anno scolastico tante saranno le novità nel Museo di Maglie, tra cui anche presto l’inaugurazione di un nuovo percorso espositivo tattile-educativo, che si presenta unico e pionere tra i musei preistorici d’Italia.

Lo sapevi che..

Il Museo Civico di Paleontologia e Paletnologia di Maglie, che è l’ideatore di questa interessante nuova community social, è dedito alla didattica da sempre, per sua natura, e negli ultimi 15 anni ha fortemente potenziato il proprio rapporto con il mondo scolare con un pacchetto di attività ed iniziative studiate appositamente per le diverse fasce scolari, che gli è valso nel 2010 il Certificato Europeo di Qualità S.T.E.L.L.A (Science Teaching in a Lifelong Learning Approch) sotto l’alto patronato dellaCommissione Cultura dell’EU.

Per tutte le informazioni: su Twitter e sul web con l’hashtag #MuseumSchool. Per le adesioni dei musei: twitta a @AlcaMaglie.

Twitter